Gagliano Giuseppe Aspetti della Ecologia radicale italiana

Lo scopo del presente saggio è quello di individuare i principali movimenti ecologici italiani evidenziando la loro natura antagonista(in particolare anticapitalista e antimilitarista )alla luce delle riflessioni della scuola di guerra psicologica francese.

Fernardo Termentini La globalizzazione del fondamentalismo islamico dopo la primavera araba

Il Brig. Gen. (aus) Fernando TERMENTINI ha frequentato i Corsi dell’Accademia Militare di Modena , della Scuola di Applicazione di Torino e del primo anno di Stato Maggiore a Civitavecchia E’ laureato in Scienze strategiche e possiede le seguenti specializzazioni:Analista di Sistemi Informatici ,Ufficiale Addetto alla Difesa NBC in particolare per quanto attiene la valutazione dei rischi,Brevetti NATO nel settore della Bonifica mine ed Ordigni Esplosivi ,Perito balistico presso il Tribunale Penale di Roma. E’ autore di Studi e pubblicazioni in materia di Esplosivi, bonifica di mine ed Ordigni Esplosivi (UXOs) e di articoli su valutazioni geostrategiche e di gestione del Personale . E’ stato membro dell’Agenzia USA per lo sminamento umanitario ed ha partecipato per conto dello Stato Maggiore della Difesa a Gruppi di Lavoro e Riunioni Internazionali su temi attinenti della Bonifica . Per conto del Ministero della Difesa e degli Esteri ha partecipato a missioni di valutazione in Paesi esteri (Libia, Egitto e Croazia) per problemi attinenti alla bonifica . Pubblicazioni : Le mine antiuomo nelle guerre italiane del ‘900- Edizione Museo Storico della Guerra-2000 (Filippo Cappellano- Fernando Termentini) Ufficiali italiani del Genio in Pakistan – Rivista Militare, 4/1990 I giardini del diavolo di Saddam – Difesa Oggi 4/91 L’incubo sotto i piedi – Difesa Oggi , maggio 1991 Fortificazione : la difesa passiva è un’esigenza ancora attuale? – Rivista Militare 4/94 Il problema della fabbricazione e dell’impiego delle mine – Informazioni Difesa 4/97 La Conferenza di Ottawa ed il problema dello sminamento umanitario – Informazioni Difesa 3/98 I fattori che possono condizionare la bonifica umanitaria- Informazioni Difesa 12/98 La bonifica umanitaria dei campi minati e degli ordigni esplosivi – Informazioni Difesa 1/99 Le Operazioni Militari Diverse dalla Guerra-Rivista Militare 6/99 Le Cluster Bombs : monografia per il Museo della Guerra di Rovereto (TRENTO) – 2001 La Cooperazione Civile e Militare nella Bonifica Umanitaria CEMISS – novembre 2001 Bosnia Herzegovina e Kosovo. Il crollo della Jugoslavia ed il riaprirsi della vicenda balcanica Rassegna dell’Esercito 5/2000 I Balcani e la Sicurezza Europea – Studio universitario Il rischio di attentati con “bombe sporche” di tipo convenzionale ed NBC (Manuale) Banditismo e Terrorismo in Afghanistan CEMISS – 2006

 

Fabrizio Minniti Il network fondamentalista all’alba della primavera araba

IL CESTUDEC HA IL PIACERE DI PRESENTARE IL SAGGIO DI FABRIZIO MINNITI-IN COLLABORAZIONE CON PAOLA MORDA’-DAL TITOLO IL NETWORK FONDAMENTALISTA ALL’ALBA DELLA PRIMAVERA ARABA. Fabrizio Minniti è laureato in Giurisprudenza con una tesi in Diritto Costituzionale su: Il Consiglio Supremo di Difesa.Autore di numerose pubblicazioni riguardanti la contro proliferazione nucleare, la politica militare e il terrorismo, è Ricercatore presso il Centro Militare di Studi Strategici (istituto di ricerca dello Stato Maggiore Difesa).Per il CeMiSS è stato Ricercatore Militare e Direttore dei seguenti rapporti di ricerca: La proliferazione nucleare e la minaccia fondamentalista; La politica estera di sicurezza e difesa dell’UE: tendenze e prospettive future; La strategia comunicativa di al-Qa‘ida; Le fonti informative e l’Open Source Intelligence.Presso l’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI) ha effettuato il 9° Corso per Consigliere Giuridico nelle Forze Armate, mentre presso la SIOI di Roma ha conseguito il Master in Geopolitica.

Alessandro Boncio WMD terrorist attack. A realistic overview

Alessandro Boncio è docente e consulente su temi relativi a questioni arabo-islamiche e mediorientali e su problematiche inerenti il terrorismo internazionale presso l’Istituto Superiore di Tecniche Investigative dell’Arma dei Carabinieri . Ha partecipato alla missione dell’Unione Europea denominata “EUBAM-Rafah” (European Union Border Assistance Mission in Rafah) con l’incarico di border monitor analyst;alla missione Antica Babilonia in Bassora (Iraq) con l’incarico di analista presso la N.I.C. (National Intelligence Cell),alla missione di pace internazionale NATO KFOR in Pristina (Kosovo) con l’incarico di addetto alla cellula G2 (intelligence), alla missione di pace internazionale TIPH 2 (Temporary International Presence in Hebron) nei territori Palestinesi in Israele, con l’incarico di field coordinator e duty officer e alla missione di pace internazionale TIPH 2 (Temporary International Presence in Hebron) nei territori Palestinesi in Israele, con l’incarico di field coordinator e duty officer. Pubblicazioni: AQIM – al-Qaeda nel Maghreb Islamico ( L’Istituto Superiore di Tecniche Investigative dell’Arma dei Carabinieri, 2011)- Jihadismo individuale ( Istituto Superiore di Tecniche Investigative dell’Arma dei Carabinieri, 2011).

Shoshana Bryen Targeted Strikes and Collateral Damage

The CESTUDEC has the pleasure to publish an article of Shoshana Bryen Senior Director of The Jewish Policy Center. She has more than 30 years’ experience as a defense policy analyst and has been taking American military officers and defense professionals to the Middle East since 1982. She was previously senior director for security policy at JINSA and author of JINSA Reports (1995-2011). We thank the author for the granted authorization regarding the published article

Gagliano Giuseppe Intelligence Dictionary

In this dictionary, we have tried to analyze secret service modus operandi (which historically spans both the Cold War period and present times) in terms of political realism, revealing a reality that is both complex and cynical, given that it is inspired by reasons of state. A multi-colored picture has come to life in which reality and illusion, truth and lie often merge until overlapping.