Gagliano Giuseppe Intellettuali e terrorismo nella interpretazione di Angelo Ventura

Negli anni Settanta Angelo Ventura insegna all’ateneo di Padova, feudo dell’Autonomia operaia organizzata da Toni Negri. Violenze, pestaggi e intimidazioni sono all’ordine del giorno e la città tutta è scossa da reiterate esplosioni di guerriglia urbana, le “notti di fuochi”. Ventura appartiene a una tradizione culturale laica, riformista, nutrita di antifascismo democratico: l’opposto del radicalismo rivoluzionario dei terroristi. Benedetta Tobagi, La Repubblica, 16/04/2010

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: