Gagliano Giuseppe Geoeconomia e potenza

Con la caduta del muro di Berlino e la fine dell’URSS, lo scenario in­ternazionale si è arricchito di nuovi aspetti come la globalizzazione degli scambi, la deindustrializzazione del mondo occidentale e la crescita della potenza di Paesi come la Cina, il Brasile e la stessa Russia post­comunista. Fino a quel momento l’analisi geo-economica dominante era di tipo concorrenziale e poneva al centro dei rapporti di forza economici l’impresa. Attualmente, per poter cogliere le contraddizioni fra le politi­che di potenza, le pratiche di mercato e gli approcci dei territori è neces­sario adottare una nuova chiave di lettura che non sia così restrittiva e in­cludere invece altri elementi d’analisi come la potenza, il mercato e il ter­ritorio. Su queste è utile servirsi della griglia harbulotiana di poten­za/mercato/territorio (PMT). 

Geo

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: